Cellulosa nel Parmesan

Legno nel formaggio. Quello che negli Stati Uniti viene venduto 100 percent Parmesan, formaggio tipo “parmigiano”, contiene in realtà un’alta percentuale di pasta di legno. Non si tratta assolutamente di formaggio puro al cento per cento, anzi, non dovrebbe neanche essere definito formaggio, in quanto di questo alimento possiede solo la consistenza.

Secondo Neal Schuman, della Arthur Schuman Inc., il più grande venditore dei formaggi stagionati italiani negli USA, almeno il 20% di quelli venduti in America hanno una falsa o non del tutto accurata etichetta. Lui lo ripete da anni.

“Il fatto che nel formaggio grattugiato meno del 40% del prodotto sia un prodotto caseario è grave – ha affermato Schuman -. I consumatori sono innocenti, e non stanno ottenendo quello che si aspettavano quando hanno pagato. È sbagliato.” Oltre che pericoloso per la salute.

La cellulosa, infatti, è un additivo non dannoso se il suo livello è compreso tra il 2 e il 4%, ma la quantità presente nei prodotti analizzati è di gran lunga superiore a tale soglia.

Dall’indagine eseguita Bloomberg a partire dal 2012 ha portato alla luce la verità su alcuni tipi di formaggio grattugiato in vendita nei supermercati Usa. Da questa inchiesta è risultato che, ad esempio, Essential Everyday 100% Grated Parmesan Cheese, dalla catena Jewel-Osco, contiene 8,8% di cellulosa; il Great Value 100% Grated Parmesan Cheese, dei negozi Wal-Mart, 7,8%; Kraft il 3,8%. E così tanti altri.

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano con sede a Reggio Emilia si è rivolto all’Unione Europea per proteggersi dalla contraffazione in atto nelle aziende casearie statunitensi.

parmesan legno

Articolo precedenteLottie Moss: la sorella di Kate in copertina
Articolo successivoCome allenare l’autocontrollo e resistere alle tentazioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.