La ritenzione idrica è un problema soprattutto femminile, un disturbo che spesso si accompagna alla comparsa della cellulite e che, quindi, fa anche danni estetici.

La ritenzione idrica  si manifesta quando fluidi in quantità eccessive si accumulano all’interno del nostro organismo portando gonfiore e pesantezza. I fluidi eccedenti vengono eliminati dai reni, grazie al sistema linfatico e quando ciò non avviene si forma la ritenzione idrica.

La ritenzione idrica è una condizione molto comune, diffusa e spesso sottovalutata. La maggior parte delle donne, infatti, attribuiscono a questo fenomeno il sovrappeso mentre è il sovrappeso che fa rallentare la diuresi e favorisce la ritenzione idrica.

La cura in assenza di patologie importanti è migliorare lo stile di vita, cambiare le abitudini poco salutari  e, quindi, evitare il fumo, il consumo eccessivo di alcolici, cibi salati e caffè. Meglio evitare anche abiti stretti e tacchi alti e non rimanere a lungo in piedi senza modificare la posizione.

Un altro aiuto viene dal movimento, quindi, l’attività fisica fatta in modo giusto combatte molto la ritenzione idrica. E’ altrettanto importante mangiare più verdure che oltre ad aiutare il fegato servono anche per eliminare le scorie, bere molta acqua e mangiare  frutta.

Caviglie Gonfie

Problema comune a molti, il gonfiore alle caviglie colpisce soprattutto chi passa molto tempo in piedi tutto il giorno o chi per lavoro è costretto a trascorrere gran parte della giornata seduto, in ufficio o in azienda. In questo modo però il sangue fa fatica a tornare al cuore, soprattutto quando la gravità non aiuta, aumentando di conseguenza la pressione nevosa.

Il caldo estivo è un altro fattore di rischio perché contribuisce a dilatare il calibro dei vasi sanguigni.

Esistono dei rimedi contro il gonfiore e la pesantezza alle caviglie?

Tra i primi consigli da seguire c’è quello di muoversi spesso, sollevando ogni tanto il tallone. Allo stesso modo, importante sarebbe darsi come appuntamento quotidiano quello di una passeggiata veloce.

Mezz’ora al giorno per gran parte della settimana.

Fare sport è insomma la soluzione migliore, che aiuta a stare meglio con se stessi e il proprio corpo.

Non solo, favorisce il mantenimento o il ritorno al proprio peso forma, che si concretizza poi in maniera positiva sulle caviglie e sulle gambe.

Per quanto riguarda altri rimedi naturali, assumono particolare importanza alcune droghe vegetali, dotate di antiossidante. Tra questi ricordiamo il rusco o pungitopo, la centella asiatica, l’ippocastano, l’amamelide, il ginkgo biloba, il ribes e la vite rossa.

Caviglia gonfia senza dolore: cause

La caviglia può diventare gonfia d’improvviso oppure gradualmente: è bene osservare questo primo sintomo in modo che il medico curante sia in grado di fare una diagnosi.

Ecco alcune delle possibili cause di gonfiore alle caviglie. È sempre necessario rivolgersi al proprio medico per curare qualunque tipo di malessere.

Ritenzione idrica alle caviglie

Da recenti studi risulta che le persone che hanno una massa grassa ridotta tendono ad avere le caviglie gonfie o ingrossate a causa della ritenzione di liquidi nella zona delle caviglie.

Un rimedio del tutto naturale per contrastare la ritenzione idrica e il ristagno d’acqua è bere acqua e altre bevande dalle proprietà diuretiche quali tè verde o il succo di limone in un bicchiere d’acqua tiepida.

Problemi di circolazione sanguigna

Le persone che risentono di problemi circolatori sono maggiormente soggette a gonfiore nella zona delle caviglie. Il sangue, infatti, non circolando bene, ristagna negli arti inferiori e provoca un ingrossamento delle caviglie. Anche chi per lavoro è costretto a stare in piedi molte ore soffre di gonfiore agli arti inferiori (gambe, piedi e caviglie).

Un rimedio è semplicemente quello sdraiarsi e tenere sollevati i piedi e le gambe al di sopra della linea sulla quale si trova il nostro cuore. Questo facilita il cuore nel pompare correttamente il sangue in circolo.

Esistono poi integratori a base di Ginko Biloba che aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e a risolvere quindi il problema delle caviglie gonfie.

Un altro accorgimento per evitare il gonfiore delle caviglie è quello di indossare scarpe ortopediche con suole apposite che tengono il piede sollevato dal pavimento dandogli il giusto appoggio, con un tacco e una soletta adeguati.

Coagulo di sangue

Nel peggiore dei casi, la caviglia potrebbe essere gonfia in conseguenza di un coagulo di sangue formatosi nelle vene degli arti inferiori. Il flusso sanguigno si interrompe e non prosegue il suo circolo di ritorno in maniera corretta dalle gambe al cuore.

Un coagulo può essere superficiale e quindi interessare le vene subito al di sotto della pelle, oppure profondo. In questo caso, però, si avvertirà un dolore piuttosto acuto e sarà fondamentale chiamare immediatamente un medico. Potrebbe infatti trattarsi di trombosi o di flebite.

In caso di coagulo di sangue potrebbe essere necessaria una terapia di fluidificazione del sangue, per la quale occorre il consulto di un medico.

Alimentazione drenante

Per quanto riguarda i cibi, fondamentale è consumare frutta e verdura, in particolare quella ricca di vitamina C, che garantisce protezione ai vasi capillari, mentre da considerare anche gli alimenti che facilitano la diuresi: sotto con agrumi, ananas, fragole, cetrioli, lattuga, radicchio, spinaci, cavolfiori, pomodori, patate, peperoni.

Tra i diversi rimedi contro la ritenzione idrica, non sottovalutiamo uno fondamentale, cioè fare movimento e sport, anche una passeggiata veloce una volta al giorno, che occupi una mezz’ora quotidiana.

Inoltre, se iniziamo con l’eliminare il fumo, diminuiamo il dosaggio di sale nel cibo e riduciamo sostanzialmente e drasticamente l’uso di alcol, sentiremo già un netto miglioramento a gambe e caviglie

Articolo precedenteColore dei capelli in base alla carnagione
Articolo successivoSalpingografia per controllare le tube

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.