Scompenso cardiaco
Scompenso cardiaco

Lo scompenso cardiaco è una forma di patologia che si manifesta nel momento in cui il cuore non riesce a pompare la giusta quantità di sangue. 

Questo stato compromette notevolmente lo stato di salute e la qualità della vita.

Scompenso cardiaco cos’è

Come accennato, lo scompenso cardiaco è una grave patologia che si manifesta nel momento in cui il muscolo cardiaco non è in grado di pompare sangue con la giusta pressione e frequenza.

Questa azione comporta una mancata ossigenazione dei vari tessuti ed una serie di patologie gravi che vengono man mano a formarsi e compromettere la vita umana.

Il soggetto che presenta questa patologia ha un miocardio debole oppure rigido che non funziona nella maniera corretta. Molte persone credono che lo scompenso cardiaco indichi che il cuore stesso non stia funzionando, ma è sbagliato: significa che l’organo lavora male e presenta un malfunzionamento. 

Lo scompenso cardiaco si può classificare in modi diversi:

  • sinistro
  • destro
  • diastolico
  • sistolico

Scompenso cardiaco sinistro

Il significato è che il ventriloco sinistro non è in grado di pompare il sangue all’interno dell’aorta ovvero quella che è la principale di tutto il corpo umano; da lei dipende l’ossigenazione di tutto il corpo umano.

Chi ne soffre, vedrà il sangue che tenderà a refluire verso i polmoni creando il fiato corto ed il conseguente edema polmonare.

Scompenso cardiaco destro

In questo caso, il ventricolo destro non è in grado di incanalare il sangue nelle arterie dirette ai polmoni. 

Questa disfunzione comporta la mancata ossigenazione polmonare e successivamente agli organi e tessuti di tutto l’organismo.

Si può presentare a seguito di una malattia ai polmoni o alle arterie dei polmoni stessi.

Scompenso cardiaco diastolico e sistolico

Nel primo caso si ha il miocardio totalmente rigido e incapace di espandersi per accogliere il sangue. Questa patologia è frequente nelle donne.

Quello sistolico è quando il muscolo cardiaco non riesce a contrarsi in quanto debole. Questo scompenso interessa maggiormente gli uomini.

Scompenso cardiaco cause

Le cause che provocano la patologia sono differenti da soggetto a soggetto e numerose. Al fine di poter semplificare e spiegarle al meglio, sono state suddivise in tre categorie principali:

  • alterazioni meccaniche
  • malattie del muscolo cardiaco
  • turbe del battito cardiaco

Bisogna sottolineare che questa patologia non presenta mai solamente una delle cause sopra elencate, ma è un insieme di fattori che ne determinano la formazione e tutto ciò che ne comporta.

I fattori a rischio di questa malattia sono – anche in questo caso specifico – numerosi e variano da soggetto a soggetto. Tra i più importanti troviamo:

  • fumo di sigaretta attivo e passivo
  • obesità
  • ereditarietà
  • sedentarietà voluta o forzata
  • alimentazione scorretta ricca di grassi, fritti, sale e zuccheri
  • disidratazione 
  • patologie cardiache o differenti
  • assunzione di farmaci particolari

Scompenso cardiaco sintomi

Ci sono dei sintomi molto comuni per i soggetti che soffrono della patologia indicata, come il fiato corto( dispnea ), senso continuo di stanchezza ed edema che interessa notevolmente gli arti inferiori, soprattutto verso le caviglie.

Gli altri sintomi comuni possono essere:

  1. calo dell’appetito
  2. conseguente perdita di peso eccessiva e veloce
  3. tosse secca continua
  4. palpitazioni accompagnate da tachicardia
  5. battito irregolare
  6. vene del collo gonfie e visibili, con possibile arrossamento del viso (come se il soggetto stesse soffocando)

Alle prime avvisaglie è consigliabile recarsi da un medico professionale al fine di poter valutare quanto prima se i sintomi rilevati appartengano o meno allo scompenso cardiaco o altre patologie similari.

Il medico sottoporrà quindi il soggetto a delle analisi di routine per verificare lo stato di salute attuale, ricostruendo inoltre il quadro clinico generale. 

Procederà con analisi del sangue mirate ed elettrocardiogramma per verificare il battito del cuore. Se necessario, ricorrerà inoltre all’utilizzo dell’ecocardiogramma per fare una fotografia al cuore, in tempo reale.

Fibrillazione atriale tra le più diffuse aritmie

Esami medici da fare dopo i 40 anni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.