Sequestrati oltre 2000 occhiali da sole contraffatti a Pisa.
Dove è lo scoop? Non c’è.
Ma ci sono i rischi che facciamo correre agli occhi in nome della moda o meglio del voler indossare un marchio famoso ma a pochi spiccioli.
C’è un giro di affari mostruoso con il commercio di marchi contraffatti che alimenta a sua volta un sottobosco altrettanto pauroso di malaffare e di danni economici rilevanti.

Considerate soltanto tutte le persone che sono coinvolte in questa filiera e che “lavorano” in questo settore senza alcuna forma legale, niente contributi, niente previdenza, case improvvisate in magazzini dormitorio senza ovviamente alcuna norma specifica di sicurezza.
Come in questo caso dove dei cittadini bengalesi, tra cui alcuni irregolari in Italia, vivevano in una casa in precarie condizioni igieniche stipati in mezzo a pacchi e pacchi di occhiali contraffatti.

Gli stessi cittadini poi smerciavano gli occhiali nelle vie centrali della bella cittadina toscana.
Ora guardando la cosa da un altro punto di vista, pensate soltanto un attimo a cosa poteva accadere in quell’appartamento, e negli altri dello stabile, se si fosse sviluppato accidentalmente un incendio.

Tutta quella cellulosa e la plastica degli involucri avrebbero sviluppato in pochi minuti un vero e proprio rogo.
Tutto considerato, siamo proprio sicuri che ci sia una buona ragione per comprare oggetti contraffatti e quindi alimentare questo “mercato dell’illegalità”?
A voi le riflessioni, fermo restando che le Forze dell’Ordine devono contrastare questo commercio. Ma il cittadino?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.