Morta Carla Fracci a 84 anni, l'étoile della scala

E’ morta la ballerina Carla Fracci. L’étoile della scala si è spenta a soli 84 anni.

Era già malata da tempo e ne danno la triste notizia vari giornali. La prima ballerina resterà nel cuore di tutti per sempre.

Su Twitter ci sono già numerosi messaggi in memoria di colei che ha fatto sognare varie generazioni, grazie al suo talento nel mondo della danza. E anche su Facebook, diversi personaggi della televisione hanno commentato la sua scomparsa.

Come riportato da vari giornali, “Così, leggiadra e solida, dolce e tenace, se n’è andata un “monumento nazionale”, una delle più grandi artiste della danza internazionale. Carla Fracci è deceduta a Milano a 84 anni per un tumore che l’aveva colpita già da tempo e che aveva vissuto con riserbo. “Eterna fanciulla danzante”, la definì il poeta Eugenio Montale. “You are wonderul” le confessò commosso Charlie Chaplin dopo averla vista”.

A pensare che proprio qualche mese fa aveva lasciato delle interviste in cui parlava di sé e di come avesse intrapreso questa carriera. Per tg sky 24 ad esempio, disse così:

Ero una contadina, ho vissuto in campagna, con i nonni e gli zii. Proprio in mezzo alla terra e alle oche. Non pensando che esistesse un teatro. Poi una signora disse a mia madre: “Questa bambina perché non la iscrivete in un teatro? Perché ha molta grazia e soprattutto molta musicalità”. (Fonte: TGSKY24)

Carla Fracci chi era

La Fracci nacque a Milano il 20 agosto del 1936.

Ha studiato al Teatro della Scala, diplomandosi a 18 anni. Nel corso della sua carriera, ha avuto a che fare con tantissimi pilastri del mondo della danza e lei ha saputo diventare una degna erede.

Da ballerina ha ottenuto ruoli più importanti, come ad esempio direttrice del Teatro San Carlo di Napoli. Diversi poeti e scrittori le hanno dedicato frasi e poesie, in quanto musa ispiratrice assoluta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.