Se il caldo estivo sta già facendo sentire i suoi effetti negativi su di voi, non potete non conoscere queste strategie per metterlo al tappeto. Si tratta di rimedi utili e per nulla scontati che vi aiuteranno a godere appieno della bellezza dell’estate, senza patire troppo le giornate afose che la caratterizzeranno. Suggerimenti utili sopratutto per chi non ha la fortuna di scappare al mare ogni volta che può.

Rimedi contro la calura estiva

Per iniziare la giornata con il piede giusto, è importate partire da una buona colazione. D’estate si consiglia di puntare su yogurt, frutta fresca (anguria, melone, pesche, albicocche, ciliegie e banane) e tè freddo.

In borsa tenete sempre una bottiglietta d’acqua a temperatura ambiente e sorseggiatela durante l’arco della giornata, in modo da mantenere il corpo ben idratato.

L’acqua fredda da frigorifero potete invece usarla per vaporizzarla sul viso e sulle gambe così da avere un po’ di refrigerio. Mettete anche il tonico in frigorifero: vedrete che piacevole sensazione sarà in grado di darvi.

In caso di gambe e piedi gonfi a fine giornata, ricorrete a un pediluvio rigenerante a base di acqua e sale grosso rosa dell’Himalaya oppure bicarbonato (due cucchiai). Completate questo momento di relax con un massaggio alle gambe (dal basso verso l’alto) con un olio delicato.

Evitate la doccia fredda, la temperatura ideale è quella tiepida. Per ottenere una maggiore azione rinfrescante, aggiungete al bagnoschiuma qualche goccia di olio essenziale al mentolo.

Si sa, le alte temperature non sono un alleato del sonno. Un olio da applicare sul corpo o solo sui punti caldi prima di andare a dormire può aiutarvi a riposare meglio. Vi basterà mescolare l’olio di jojoba con foglie tritate di menta fresca e lasciare riposare il tutto per 48 ore, dopodiché sarà pronto all’uso.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, invece, puntate su colori chiari e tessuti leggeri come il lino e il cotone.

Succhi di frutta e verdure contro il caldo ed elisir di bellezza

Se da piccoli era sinonimo di merenda, ora, una volta cresciuti, i succhi di frutta fanno rima con salute bellezza. Secondo la moda partita dagli Stati Uniti alla conquista del mondo, i succhi di frutta e verdura ottenuti da spremitura rigorosamente a freddo sarebbero un vero toccasana per la nostra salute, giovando alla pelle e alla linea. Bevuti nel contesto di un’alimentazione sana ed equilibrata, dopo un allenamento o persino in sostituzione dei pasti come dieta depurativa di pochi giorni.

Effetti benefici 

Questi succhi rappresentato un modo alternativo per assumere vitamine, attivi e nutrienti, dal momento che, come spiegano gli esperti, nessuno con una dieta normale riesce a mangiare in un giorno una quantità così alta di frutta e verdura.

Il legame tra i succhi e la salute, ovviamente, è fortemente subordinato alla qualità della bevanda, che non deve contenere zuccheri aggiunti, conservanti o altri additivi chimici. Meglio ancora se gli ingredienti utilizzati sono freschi e di origine biologica.

Si può scegliere tra succhi depurativi, drenanti, alcalinizzanti, rassodanti per la pelle o quelli inseriti in un programma detox della durata di qualche giorno che punta a liberare l’organismo dalle tossine, fornendogli contemporaneamente tutti gli elementi nutritivi di cui ha bisogno. In quest’ultimo caso è necessaria la supervisione di un nutrizionista.

I succhi sono in grado di dare una sferzata di energia, eliminare fastidiose sensazioni di gonfiore, migliorare la qualità del riposo notturno e del sonno, rafforzare il proprio sistema immunitario, far perdere i liquidi in eccesso (dai 2 ai 4 litri).

Tra gli ingredienti migliori per fare il pieno di vitamine e nutrienti, ci sono i frutti di bosco e gli agrumi, alleati del sistema immunitario, circolazione, pelle e linea.

Tante le star diventate amanti dei succhi: Cindy Crawford, Victoria Beckham, Sienna Miller, giusto per fare qualche nome.

Caldo estivo notturno: consigli per dormire bene

Riuscire a dormire beatamente durante le notti estive può rivelarsi un’impresa assai ardua, ma con i giusti accorgimenti è possibile combattere il caldo soffocante e irritante di questo periodo.

Svegliarsi nel cuore della notte madidi di sudore è un’esperienza alquanto spiacevole, così come stare nel letto a boccheggiare, nel vano tentativo che Morfeo ci prenda tra le sue braccia. Il caldo notturno può essere sconfitto mettendo in pratica alcuni semplici consigli.

Come dormire bene

Innanzitutto è bene scegliere l’alimentazione giusta. Durante l’estate si dovrebbe prediligere un regime alimentare a base di piatti freschi e leggeri, con un utilizzo minimo di forno e fornelli. Ancor più la notte. Optate per cibi leggeri ma nutrienti, in questo modo eviterete di svegliarvi nel pieno della notte per la fame o a causa di una cattiva digestione. Frutta e verdura in primis, ma anche carboidrati, come pasta fredda o insalata di riso. Evitate pasti troppo elaborati e cotti al forno o ai fornelli, in quanto provochereste l’innalzamento della sensazione di calore. Da evitare gli alcolici, caffè e le bevande calde, perché aumentano la vasodilatazione e quindi la sensazione di caldo.

Altro aspetto fondamentale: la temperatura della camera da letto. Per tenerla fresca, ricordatevi di chiudere le finestre e abbassare le tapparelle durante le ore più calde della giornata, per poi spalancare tutto la sera e al mattino, così da fare entrare l’aria fresca.

Attenzione anche alla scelta delle lenzuola: devono essere di cotone. Molte persone ricorrono al metodo di raffreddare il letto con la borsa di acqua fredda, ma secondo gli esperti non è un rimedio efficace: sparito l’effetto, si avvertirà ancora più caldo.

Può essere davvero utile, invece, fare una doccia tiepida prima di andare a letto: abbasserà la temperatura generale. Tiepida, non ghiacciata, onde evitare lo choc termico, pericoloso in particolare per bambini e anziani.

No alla ginnastica nelle ore serali, meglio al mattino. L’attività fisica influisce negativamente sul sonno per due motivi: l’adrenalina tiene attivo il nostro organismo; aumenta la vasodilatazione e quindi la percezione del caldo.

Per quanto riguarda ventilatori e condizionatori, invece, i primi non devono essere utilizzati quando ci sono più di 32° perché stimolano la sudorazione e possono aumentare il rischio di disidratazione se non si beve in maniera consistente; i secondi non devono essere impostati a una temperatura inferiore ai 25°.

Infine, spegnete i dispositivi elettronici, come pc e tablet, perché generano calore.

Articolo precedenteManuel Bortuzzo, storia di una promessa del nuoto
Articolo successivoProfessoressa no vax si licenzia dopo 17 anni di lavoro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.