Prof positivi al covid: in dubbio riapertura scuole

Manca sempre meno tempo alla riapertura delle scuole.

Soltanto che la situazione attuale lascia spazio a tanti dubbi. Il motivo principale risiede nel fatto che emergono già troppi positivi tra i prof. Al momento si parla di 20 in Umbria e 6 nel Trevigiano. Dei dati che fanno riflettere, facendo mettere in discussione tutti i buoni propositi.

Intanto, al governo si parla delle regole che bisognerà seguire. Ad esempio, per salire sugli scuolabus sarà necessario prima misurare la febbre a casa. A bordo invece, si consentirà la capienza massima di studenti solo per tragitti dalla durata massima di 15 minuti.

Ma vista la presenza di professori positivi al Covid, non è detto che le idee a riguardo possano essere messe in pratica. A tal proposito, il presidente della Liguria Toti ha dichiarato:

  “Chiederemo al governo chiarimenti sui tempi dell’assegnazione del personale aggiuntivo di cui ci è stato assicurato il raddoppio, sui tempi di consegna dei banchi monoposto e delle mascherine. Ma noi diciamo no all’uso della mascherina durante la lezione. Il governo dovrà esprimersi in via definitiva e non l’ha ancora fatto”.

 “Non possiamo permetterci passi falsi”

A parlare della situazione riapertura delle scuole e prof positivi, ci hanno pensato anche gli enti territoriali della regione Toscana.

Infatti, dichiarano: “Con le attuali regole riusciremo dare risposta alle aspettative degli studenti e delle famiglie”. Secondo il vice ministro Anna Ascani: “Non possiamo permetterci passi falsi nel trasporto e dall’altra parte dobbiamo garantire agli enti locali la possibilità di sostenere i costi aggiuntivi”.

C’è poi chi pensa che i casi di positività tra il personale possa essere maggiore di quanto si pensi. Infatti, Maddalena Gissi della Cisl Scuola avverte: “Potremmo avere rilevazioni positive alte, fino al 50% anche in altre aree”. Insomma, è probabile che di questo passo, molte strutture dovranno pensare nuovamente alla didattica a distanza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.