Con il termine coilonichia ci si riferisce ad un’anomala conformazione dell’unghia.

Essa ne determina la perdita della naturale convessità, risultando concava (la cosiddetta unghia a cucchiaio) o del tutto piatta. C’è da dire che non è soltanto la conseguenza di mancanza di ferro, poiché esistono diverse cause di coilonichia, che variano a seconda del caso specifico.

Coilonichia cause

Come possiamo ben immaginare, le unghie a cucchiaio non sono un bel vedere.

Ma a prescindere dalla questione estetica, coloro che soffrono di coilonichia non devono sottovalutarne le cause. L’avvallamento presente al centro dell’unghia, può spesso risultare un campanello di allarme di qualche carenza di ferro, ma non solo.

Tra i possibili fattori scatenanti della coilonichia, troviamo:

  • La celiachia
  • Il diabete
  • La sindrome di Raynaud
  • Alcuni disturbi della tiroide
  • La cardiopatia
  • L’anemia
  • Il lupus
  • La psoriasi
  • Il contatto con alcune sostanze

E tanto altro ancora…

Ovviamente, non bisogna pensare subito al peggio. Il motivo risiede nel fatto che nella maggior parte dei casi, le cause della coilonichia si possono monitorare o del tutto eliminare. Per prima cosa però, bisognerà individuare il problema.

C’è da dire inoltre che alcune persone possono avere una predisposizione genetica. Ciò significa che un leggero avvallamento presente sin da piccoli, non deve destare grandi timori. Bisogna più che altro prestare attenzione quando la deformità si presenta da un momento all’altro, risultando abbastanza evidente.

Coilonichia sintomi

I sintomi della coilonichia sono praticamente nulli.

Le manifestazioni infatti, avvengono solo dal punto di vista estetico.

Chiaramente, se il paziente dovesse avvertire altri disagi fisici, è probabile che sia proprio la coilonichia a rappresentare uno dei tanti sintomi di qualche altra patologia.

Proprio per tale motivo, sarà importante effettuare una diagnosi accurata, in modo tale da comprenderne al meglio i fattori incidenti.

Coilonichia diagnosi

A questo punto ci si chiede: in che cosa consiste la diagnosi della coilonichia?

Come vi abbiamo già accennato in precedenza, nella maggior parte dei casi potrebbe essere il risultato di qualche carenza di ferro. Di conseguenza, la prima cosa da fare sarà quella di sottoporsi a dei test specifici inerenti ai valori vitaminici.

Attraverso una serie di esami approfonditi, si potrà individuare il problema. In alcuni casi (ma rari), la coilonichia potrebbe essere un campanello di allarme di diabete o celiachia. Tuttavia, affidandosi a dei medici esperti, avrete modo di fare un quadro più dettagliato della situazione.

Coilonichia rimedi

Quali sono i rimedi per coilonichia?

E’ facilmente intuibile che i trattamenti subiscono delle variazioni, a seconda del caso specifico.

Se la causa della coilonichia dovesse essere una patologia, allora il dottore si concentrerà in particolar modo su quella. Tuttavia, nell’eventualità in cui dovesse essere scaturita da qualche carenza, allora il medico consiglierà al paziente di rivolgersi ad un nutrizionista esperto, il quale consiglierà un regime alimentare ad hoc.

Inoltre, la persona dovrà assumere degli integratori con vitamina B12 e altri eventuali vitamine.

Si consiglia infine, di indossare dei guanti ogni qualvolta si entra a contatto con sostanze particolari (ad esempio sgrassatori, prodotti beauty e via dicendo).

Coilonichia unghia

Come vi abbiamo detto poco fa, l’unghia affetta da coilonichia si può curare quasi sempre grazie agli integratori.

Nello specifico, parliamo di quelli contenenti ferro, un minerale davvero molto importante per il nostro organismo. Proprio per tale motivo, vi presentiamo alcuni esempi di integratori per curare la coilonichia, scovati su Amazon e altri siti di vendita:

Integratore ferro equilibra

Questo integratore di Equilibra è perfetto anche per chi ha carenza di vitamina C.

Ecco la sua descrizione, riportata dal web:

  • Integratore alimentare a base di Ferro con Vitamina C e Acido Folico. Il Ferro contribuisce alla normale formazione dei globuli rossi ma anche dell’emoglobina
  • La Vitamina C contribuisce notevolmente alla formazione del collagene. Consente la normale funzione dei vasi sanguigni ed aumenta l’assorbimento del ferro
  • Come si utilizza. 2 capsule vegetali al giorno. Le capsule vegetali devono essere deglutite con l’assunzione di un liquido preferibilmente durante i pasti
  • Riduce il senso di stanchezza e fatica. Questo integratore contiene Acido Folico, il quale contribuisce alla riduzione della stanchezza e del senso di affaticamento.
  • Equilibra è da più di trent’anni leader nel mercato Integratori Alimentari e Cosmetica Naturale con prodotti frutto di un perfetto equilibrio tra efficacia, benessere e bellezza.

Integratore ferro vegavero

Tra i migliori integratori di ferro, ideali anche per eliminare la coilonichia, troviamo quello del brand vegavero.

Privo di additivi, si presenta in pastiglie e con le seguenti caratteristiche (sempre riportate da Amazon):

  • Integratore che contiene vitamina B6, B9 e B12. Contiene anche la vitamina C naturale da Acerola, che può favorire l’assorbimento del ferro. Contribuisce a ridurre la stanchezza, il senso di fatica e la produzione dei globuli rossi. Ne migliora pertanto il trasporto d’ossigeno ai tessuti e ai muscoli. Ottimo in tutte quelle situazioni dove è necessaria una maggior quantità di sangue, come gravidanza, allattamento o ciclo mestruale.
  • Ricco di acido folico, vitamina B e C. Integratore a base di Ferro arricchito con Acido Folico, Riboflavina, Vitamina B6, Vitamina C e Vitamina B12 per un migliore assorbimento. Per consentirne un’alta biodisponibilità e facile digeribilità abbiamo scelto il ferro gluconato. Tuttavia, a differenza di molti brand competitors, ogni capsula di questo integratore contiene 14 mg di ferro. Di conseguenza, evita possibili effetti collaterali, come ad esempio la costipazione e la nausea.
  • Non contiene additivi. Queste capsule di ferro sono prive di additivi come il magnesio stearato e la cellulosa microcristallina, che spesso si trovano nelle compresse di ferro di altri brand. Ciò significa che il prodotto risulta adatto anche a chi segue uno stile di vita vegano. Inoltre, l’applicazione di OGM è severamente vietata.
  • Contenuto della confezione. All’interno potete trovare 120 capsule, che corrispondono ad una fornitura per tre mesi.
  • Come si usa. Si raccomanda il dosaggio di 1 capsula al giorno accompagnata da un pasto. Si tratta di un integratore testato in laboratorio per contaminazione microbica, pesticidi e metalli pesanti.

Ci teniamo a ribadire che gli integratori di ferro sono soltanto alcuni dei rimedi per la coilonichia. Per qualsiasi tipo di informazione, rivolgetevi ad un medico esperto nel settore.

Articolo precedenteProfessoressa no vax si licenzia dopo 17 anni di lavoro
Articolo successivoVuole fare video mentre sgomma, finisce con la Ferrari contro un ulivo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.