assegno di 1700 euro

Secondo quanto riportato dalla Cassazione, l’assegno per i figli non può durare in eterno.

Se non studiano o rifiutano il lavoro, dev’esserci uno stop ai sostegni e a i vari incentivi. Si tratta di alcune affermazioni molto decise e che lasciano spazio ad una serie di dibattiti e pareri contrastanti. Ecco quanto riportato da Repubblica:

Con la decisione del 2 luglio 2021 la Corte di Cassazione ha confermato che i genitori non hanno l’obbligo di mantenere per sempre la prole. Questo dovere viene infatti meno se i figli, raggiunta una certa età, non studiano con profitto, oppure rifiutano un’offerta di lavoro ritenendola non all’altezza delle proprie aspettative. I figli non hanno diritto a ogni possibile diritto. Ma devono calare i loro disegni professionali nel mutato contesto sociale. I giovani non possono pretendere, di essere mantenuti. Sono soggetti, ama dire la Cassazione, “auto responsabili” con l’obbligo di attivarsi per rendersi autonomi, senza aspettare l’occasione della vita…” (Fonte: Repubblica)

“Sempre più giovani se ne approfittano”

Insomma, non sembrerebbe esserci più l’obbligo che c’era un tempo.

Il motivo risiede nel fatto che sempre più giovani, sembrerebbero approfittarsene della situazione.

Ovviamente, non è nemmeno giusto fare di tutta l’erba un fascio. Ma in base ad alcune statistiche, ci sono tanti ragazzi che una volta terminato il liceo, decidono di iscriversi all’Università non perché possiedono chissà quale tipo di “vocazione”. Più che altro, la vedono come una strategia per temporeggiare, giusto per non dire che non stanno facendo nulla.

E con la scusa, i genitori si ritrovano a dover fronteggiare una serie di spese non indifferenti. Specialmente se si tratta di università, bisogna tener conto di tasse, libri da acquistare e varie paghette per garantire loro un buon tenore di vita. Oppure, c’è chi decide di restare a casa a lungo, senza rimboccarsi le maniche nel cercare lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.