Foto di: Gossipetv

Nel corso delle ultime ore si sta parlando moltissimo della vicenda che vede come protagonista Brumotti picchiato da spacciatori.

Come presto si mostrerà su Striscia La Notizia, egli si è nuovamente recato nei quartieri in cui si continua a fare spaccio di droga in maniera illegale. E come al solito, non se l’è vista bene. Ma non è soltanto la storia in sé a lasciare tutti un po’ interdetti, bensì anche l’intervento di Chef Rubio.

Quest’ultimo infatti avrebbe difeso gli spacciatori, definendo Brumotti infame e che si sarebbe meritato molta più violenza fisica. Il messaggio lo avrebbe riportato sul social Twitter, dove ha scritto così:

Non sapete nulla del core immenso del Quarticciolo, voi giornalisti da strapazzo vi dovreste vergognare per la propaganda infame che riservate a chi è abbandonato dallo Stato, e resiste nonostante tutto con dignità e umanità. Brumotti sei un infame, troppe poche te n’hanno date”.

Brumotti replica a Rubio

In merito a quanto accaduto nel Quarticciolo, Brumotti ha raccontato:

“L’aggressione più feroce della mia vita. Mi hanno dato calci sulla schiena e sui reni, sbattuto la faccia contro il furgone della troupe, che è stato distrutto, spaccato la bici. Il tutto condito dalle solite minacce di morte e nonostante la presenza delle forze dell’ordine, che hanno fatto il massimo per proteggermi”.

Non molte ore dopo l’accaduto, Brumotti ha voluto replicare allo chef Rubio, il quale lo avrebbe designato come un vero e proprio infame. A tal proposito, ha detto:

“Chef evidentemente si è dimenticato i valori di quello sport. Io mi faccio scudo con i tanti messaggi di solidarietà che ho ricevuto dai disabili, dalle mamme e dalle persone più fragili che mi chiedono di intervenire in queste situazioni di degrado”.

Quando sarà possibile vedere il servizio? Secondo quanto riportato da varie fonti potremo vederlo proprio stasera, giovedì 22 aprile su Striscia la notizia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.