Perché è importante bere durante l’attività fisica

È giusto o sbagliato bere durante l’attività fisica? Non date retta a chi vi dice che bisogna bere solo al termine dell’allenamento! Il nostro organismo ha infatti bisogno di ricevere acqua anche mentre si fa allenamento, è però necessario seguire alcuni semplici accorgimenti.

È importante bere: fin qui siamo tutti d’accordo. Ma cosa, quando e in quale quantità? Sono queste le domande principali a cui si deve trovare una risposta quando si parla del rapporto tra l’acqua e l’attività fisica.

È importane che l’atleta reintegri le sostanze perse, per questo è importante avere sempre a disposizione una bottiglia d’acqua o una bevanda ricca di sali minerali. Ne trarrà giovamento l’organismo ma anche lo stesso atleta, che vedrà migliorare la sua performance, evitando di dover fare i conti con strappi o crampi muscolari legati alla riduzione di elettroliti come il sodio, il potassio, il calcio.

Bisognerebbe bere ogni 15-20 minuti ma senza tracannare, meglio i piccoli sorsi. Il rischio è quello di causare nausea e un generale senso di malessere.

Attenzione anche alla temperatura: deve essere rigorosamente a temperatura ambiente. Bere bevande troppo fredde rischia di provocare problemi digestivi o addirittura congestioni. Non solo, si rischia di avere ripercussioni anche sul cuore.

In regime di tachicardia, condizione che si verifica durante e dopo un allenamento, assumere liquidi a temperatura ambiente aiuta a non far affaticare il cuore. L’abitudine di bere bevande fredde durante l’attività fisica, invece, se reiterata nel tempo, può danneggiare l’apparato circolatorio.

Articolo precedenteLuca Vigano e Luce Barucchi si sono lasciati
Articolo successivoTatuaggi in estate: quali sono i contro?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.