Consigli per un girovita più sottile

Il punto vita rappresenta l’incubo di molte donne. “Maniglie dell’amore”, pancetta, gonfiore: in poche hanno la fortuna di non dover fare i conti con questi inestetismi e sfoggiare un vitino snello. Con l’arrivo della prova costume, poi, i disagi si moltiplicano. È possibile snellire il punto vita? La risposta è sì, e passa per un’alimentazione corretta e un’attività fisica adatta.

Cercate di prediligere le carni bianche e il pesce azzurro, evitando o limitando le carni rosse e gli insaccanti. Preferite le proteine vegetali e riducete quelle animali a 2-3 volte alla settimana. Attenzione anche ai latticini: optate per quelli magri.

Sono da evitare categoricamente i cibi ricchi di sale e zuccheri, responsabili dei chili di troppo nella zona incriminata. Banditi, quindi, i dolci, le bibite gassate, merendine, cibi fritti e tutto ciò che risulta essere particolarmente carico di zuccheri.

Sì, invece, al consumo di: verdura, praticamente tutta, anche se la migliore risulta essere quella a foglia verde come gli spinaci, la lattuga e le bietole; frutta: in particolare le fragole, i kiwi, le prugne, le arance, le albicocche, il pompelmo e i lamponi; alimenti integrali: soprattutto i cereali per la colazione, ricchi di fibre che aiutano il metabolismo.

Un’alimentazione sana ed equilibrata deve però essere supportata da una regolare e specifica attività fisica. Quali sono gli esercizi validi per ridurre il girovita? Facciamo qualche esempio.

Mettetevi in piedi, posizionate le braccia sulle spalle e ruotate il busto prima da una parte e poi dall’altra, tornando sempre alla posizione di partenza.

Sedetevi, afferrate un manico di scopa o un bastone e posizionatelo dietro la nuca. Avendo cura di tenere la schiena dritta, ruotate il busto prima a sinistra e poi a destra. Tornate nella posizione di partenza prima di passare dall’altro lato.

Un altro esercizio consiste nella flessione delle gambe in avanti: sdraiatevi sul fianco destro, piegate la gamba destra e appoggiate la testa sul braccio destro. Allungate la gamba sinistra in avanti, poi ritornate alla posizione iniziale e portatela in alto. Eseguite lo stesso movimento anche con l’altra gamba, sdraiandovi sull’altro lato.

Ripetete ogni esercizio per almeno 20 volte.

Esercizi per modellare i fianchi

 Le regole da seguire sono semplici ed intuitive, occorre, però, molta buona volontà, tempo e soprattutto fiducia nel credere di potercela fare. Dopo avere visto come fare per avere gambe toniche, ecco il da fare per modellare i fianchi.

Mettetevi davanti allo specchio e prendete un comunissimo bastone di scopa, poggiatelo dietro al collo, tenendolo con entrambe le mani e muovete i fianchi a destra e sinistra facendolo oscillare. Ripetere  l’esercizio per 3 serie da 30.

Flettete un po’ le gambe, portate un braccio sulla vostra testa, formando un’onda con essa. Piegatevi dalla parte opposta del braccio, sentendo male ai fianchi. Ripetete l’esercizio per 3 serie da 30.

Mani dietro alla schiena, tese, aprite e chiudete prima una gamba e poi l’altra, eseguendo una rotazione di 90 gradi verso l’esterno. Ripetete l’esercizio per 3 serie da 20.

Eseguite questi esercizi 3 o 4 volte a settimana e in breve tempo otterrete dei risultati.

Integratori sciogli grasso

In commercio esistono tantissimi tipi di integratori per dimagrire, si trovano per lo più in compresse ma possono essere acquistati anche sotto forma di capsule, concentrati e oli. Se combinati con una dieta equilibrata e una costante attività fisica, possono rivelarsi preziosi nella lotta ai chili di troppo. Bisogna però fare attenzione: non tutti gli integratori sono efficaci e sicuri. Per questo motivo, prima di iniziare ad assumerli, si consiglia di consultare un medico.

Gli integratori possono agire su più fronti, la scelta dipende quindi dagli obbiettivi che si vogliono ottenere. Le loro proprietà sono molteplici: sciolgono il grasso, stimolano la diuresi, ostacolano l’assorbimento di zuccheri.

Alcuni, come l’acido linoleico e il cromo, agiscono sui cuscinetti che sono soliti accumularsi su pancia, cosce e fianchi, riequilibrando la massa grassa ed evitando che l’adipe si localizzi proprio in quelle zone.

Gli integratori drenanti favoriscono l’eliminazione di liquidi e tossine stagnanti, contrastando così la tendenza dell’organismo a trattenere i liquidi, il conseguente gonfiore e la comparsa della cellulite. Appartengono a questa tipologia: la betulla, il carciofo, l’ananas.

Il chitosano, il fico d’India, la cassia nomame incidono sull’assorbimento dei grassi assunti con l’alimentazione.

La caffeina, il guaranà, l’erba mate, l’arancio amaro, citrus aurantium favoriscono lo scioglimento dei grassi.

Ci sono poi altri integratori in grado di diminuire l’appetito: si tratta di particolari fibre naturali che si gonfiano nello stomaco e donano un senso di sazietà. Tra questi: il limone, la noce di cola, il pino coreano, tè verde, gomma di guar.

Se i chili da eliminare sono piuttosto numerosi, si può ricorrere a un programma dimagrante che riunisca più integratori, ognuno con un’azione specifica.

Articolo precedenteBere durante un allenamento aiuta a drenare
Articolo successivoProbiotici: cosa sono e quali scegliere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.