Esiste fin dal tempo degli antichi Egizi, da cui era considerata “simbolo della vita”, ed essa era posta infatti nel corredo funerario del defunto.
Tutankhamon (il faraone bambino), fu ritrovato adornato da gioielli in Corniola.
Nell’epoca Romana divenne la pietra dei cammei e degli amuleti.
Veniva utilizzata come pietra protettiva e portafortuna da indossare ma anche per gli ambienti.

Le pietre marroni o nere, con al centro un cerchio bianco sono utilizzate da amuleto per combattere il malocchio.
Perchè quel cerchio bianco viene considerato simile all’occhio di uno sguardo protettore.
L’agata inoltre era considerata una pietra sacra, in grado di infondere forza e coraggio.
Quelle di colore rosso-bruno vengono considerate la varietà Sarda.
Nel Medioevo si pensava che questa pietra avesse la facoltà di calmare l’ira. Santa Ildegarda consigliava inoltre  la Corniola bruna contro il mal di testa e per facilitare il parto.
Nella cristalloterapia essa è una gemma importante ed è utile per le azioni che svolge sia sul piano fisico che psicologico.
Altra pietra presente sul chakra, sulla zona pelvica che ci mette in contatto con l’area in cui si accumulano le nostre emozioni, la nostra sensibilità, agendo su organi come la cistifellea, la vescica e l’intestino.
Ci fa apprezzare i piaceri della vita apportando felicità, gioia di vivere ed energia.
Per ottenere effetti duraturi, sul piano spirituale, vi consiglio di portarne sempre una con voi a stretto contatto con la pelle per lunghi periodi.
Per la terapia a livello fisico ,invece, tenetela in una tasca o in un sacchetto di fibra naturale posizionandolo vicino alla fascia dei genitali (tra ombelico e osso pubico).
Esistono pure l‘Agata dendritica arborescente (dai disegni ramificati) e l’Agata muschiata (bellissima pietra di colore verde col disegno (simile a muschio.. imprigionato nel quarzo).

Articolo precedenteCome gestire una relazione a distanza
Articolo successivoCome prepararsi ad un esame

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.