Già da qualche mese è stato messo in onda il nuovo spot della Mc Donald’s circa le nuove opportunità lavorative offerte, che dalla pubblicità appaiono rosee e con prospettive interessanti di carriera: “Noi di Mc Donald’s saremo anche nati in America, ma oggi più che mai ci sentiamo italiani perchè è con loro che lavoriamo. Insieme ai nostri fornitori e franchisee abbiamo già creato 24.000 posti di lavoro. Mc Donald’s crede negli italiani!“. Così recita lo spot andato in onda, il tutto mentre addetti in sala felici e soddisfatti hanno in mano cartelli che spiegano quanto sia bello lavorare per questa catena.

In verità è sufficiente parlare con chi già vive la realtà dell’azienda per capire quanto essa sia distante dallo spot. Come Matteo, che per pagarsi gli studi tornava a casa ogni giorno con quel terribile odore di fritto, ma spiega “E’ stata dura ma avevo un perchè. Si può sopportare un certo modo di lavorare solo se si ha un obiettivo più grande da realizzare.” Anche Marta racconta la sua esperienza in Mc Donalds “E’ vero pagano puntuali tutti i mesi, ma abbiamo i minuti contati anche per andare in bagno: 58 secondi! Su ogni cassa inoltre è disposto un timer che controlla in quanto tempo il cassiere riesce a ultimare l’ordine.”

Nonostante l’azienda si sia qualificata come “Top employers 2014” (la classifica delle aziende dove le condizioni lavorative sono le migliori) sembra che nella realtà non tutto funzioni alla pefezione. I dipendenti parlano di turni lunghi più di 7 ore senza pausa, demansionamento di tutti i tipi e mobbing, obbligo di lavoro durante i primi mesi di gravidanza e molto altro ancora.

Una sorta di catena di montaggio, anche se le assunzioni proseguono e sono in programma 107 nuove aperture solo in Italia.

Articolo precedenteBaby squillo: indagato marito della Mussolini
Articolo successivoJustin Bieber con atteggiamenti arroganti in tribunale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.