Fanghi: come farli in casa

Rappresentano uno dei trattamenti più richiesti da chi si reca alle terme, ma i fanghi possono essere riprodotti in casa senza troppe difficoltà e senza diminuire il loro potenziale benefico, andando però a risparmiare notevolmente sui costi.

Sono tanti infatti i benefici riconosciuti a questo trattamento: cura della cellulite e la pelle a buccia d’arancia, diminuzione della circonferenza delle cosce, del punto vita e dei fianchi, il tutto grazie alle loro proprietà intrinseche.

Mentre nei centri specializzati il trattamento viene generalmente effettuato a caldo, a casa, invece, è meglio procedere con la versione a freddo. Il procedimento potrebbe sembrare complesso, ma in realtà sarà sufficiente dotarsi di tutto l’occorrente e seguire scrupolosamente le varie fasi.

Avrete bisogno di una spatola, di pellicola trasparente e, ovviamente, dei fanghi. In commercio si trovano vari prodotti pronti all’uso, ma è possibile realizzare la miscela direttamente in casa, in particolare quella a base di argilla.

Non dovrete far altro che amalgamare l’argilla con l’acqua: il rapporto tra i due ingredienti deve essere di 2 a 1. Se avete utilizzato due cucchiai di argilla, dovete aggiungerne 1 di acqua, e così via. Al composto potete unire anche alcune gocce di oli essenziali (non più di due), ad esempio rosmarino o agrumi, particolarmente indicati in questo ambito.

Una volta amalgamato il tutto, otterrete un composto cremoso. Se dovesse risultare troppo liquido, aggiungete altra argilla, se, al contrario, dovesse sembrarvi troppo duro, versate altra acqua. Trasferite i vostri fanghi all’interno di un contenitore di metallo, pronti per essere utilizzati quando vorrete.

Passiamo ora all’applicazione. Applicate il prodotto direttamente sulle zone interessate, poi avvolgetele con della pellicola trasparente e lasciate in posa per 30-50 minuti. Non spaventati se avvertirete una sensazione di calore, è caratteristico di questo trattamento.

Una volta trascorso il tempo necessario, togliete la pellicola, risciacquate ed effettuate un bel massaggio sulle parti in cui avete effettuato il trattamento. Il tutto va ripetuto almeno per un mese: quattro volte durante la prima e la seconda settimana, tre durante la terza settimana, due nel corso della quarta, per poi passare a solo una volta per quanto tempo si riterrà necessario.

Al posto dei classici fanghi potete impiegare quelli al cacao, un valido alleato delle donne contro la cellulite e gli accumuli adiposi, grazie alla presenza della teobromina. Miscelate il cacao amaro in polvere con dell’acqua tiepida, fino a ottenere una poltiglia né troppo liquida né troppo densa. Al composto può essere aggiunto anche del caffè. La quantità varia a seconda delle zone in cui volete effettuare il trattamento: per le cosce o per i fianchi saranno sufficienti due cucchiai, se volete usarlo in più parti, invece, dovrete aumentare le dosi almeno fino a quattro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.