Succede in tutto il mondo ;  quando i figli crescono, complici motivi di lavoro o di studio che li possono portare lontano da casa,   le visite ai genitori si fanno sempre più rare. In Cina, per far fronte a questo comportamento, hanno varato una legge che stabilisce l’obbligo da parte dei figli di tenersi in contatto con i propri genitori.

I figli di genitori over 60, recita la norma, dovranno provvedere alle loro necessità quotidiane, finanziare e spirituali. Pena una multa o addirittura il carcere. “È principalmente per sottolineare il diritto degli anziani a chiedere un sostegno emotivo” ha spiegato Xiao Jinming, professore all’università di Shandong, una delle persone che ha preso parte alla realizzazione della legge.

La disposizione governativa è stata emanata in seguito a numerose denunce da parte dei genitori nei confronti dei figli, rei di non recarsi mai in visita. Fino ad oggi se ne erano occupati i tribunali ma senza risultati soddisfacenti. Così si è deciso di emanare la legge, tenendo anche conto del fatto che la popolazione anziana in Cina è molto ampia e si stima che entro il 2053 gli over 60 cresceranno dagli attuali 185 milioni ai 487 milioni, ossia il 35% della popolazione.

Ma non tutti considerano risolutivo questo provvedimento “Per i giovani che sono all’estero o lavorano molto lontano – spiega Zahnge Ye, professoressa universitaria di 36 anni – è semplicemente troppo difficile e costoso far visita ai propri genitori. Spesso io vado a trovare i miei e li chiamo, ma se una persona non vuole dubito che questa legge possa funzionare.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.