Multate le 4 big delle patatine fritte

Amica Chips, Pata, Ica Food e San Carlo sono state sanzionate dall’Antitrust per spot ingannevoli e “ritocchi” sulle informazioni nutrizionali. Le note aziende produttrici di patatine fritte dovranno pagare una multa di oltre un milione di euro in totale: 350 mila euro il gruppo San Carlo, 300 mila Amica Chips, 250 mila Pata e 150 mila Ica Foods.

I controlli, partiti in seguito alla denuncia di alcuni privati e dell’Unione Nazionale dei Consumatori, hanno evidenziato alcune incongruenze tra quanto riportato sulle confezioni e le reali caratteristiche del prodotto, come la presenza dell’olio d’oliva che, pur essendo in quantità minime, veniva sottolineato come ingrediente preponderante.

Contestata anche la precisazione “patatine fatte a mano”, come “Eldorada patate cotte a mano” e “Alfredo’s” di Amica Chips, la linea “La patatina artigianale” e le “Da Vinci chips” di Pata, “Le contadine – fatte a mano” di Ica Foods, trattandosi, in realtà, di prodotti industriali.

Tutte e quattro le aziende, inoltre, dichiaravano un ridotto contenuto di grassi nelle loro confezioni, ma il modo in cui ciò veniva riportato in etichetta non rispettava le direttive comunitarie “in quanto la percentuale di riduzione vantata era inferiore a quella consentita oppure priva o non adeguatamente accostata – nello stesso spazio visivo e con la medesima evidenza grafica – allo specifico termine di raffronto utilizzato quale versione base dello stesso prodotto”, sottolinea l’Antitrust.

Ica Foods è stata sanzionata, tra le altre cose, anche per aver attribuito alla patatine “Crik Crok & Blue” proprietà salutistiche non accertate dalla comunità scientifica.

San Carlo e Amica chips, invece, hanno presentato “in maniera ambigua e omissiva” le caratteristiche distintive di alcuni prodotti, facendo così credere ai consumatori che queste confezioni fossero nettamente diverse dalla versione base o dalla variante aromatizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.