Uno degli argomenti più gettonati delle ultime settimane è senza ombra di dubbio quello legato ai vaccini.

A tal proposito, la consigliera municipale Francesca Benevento ha fatto affermazioni pesanti. Secondo lei, ci iniettano i quantum dots per renderci macchine telecomandate.

Ecco quanto dichiarato dalla donna sui social:

“Il Covid è stato creato per arrivare a comandare l’uomo dall’interno, non più con la tv, i programmi spazzatura, lo sdoganamento della morale, l’emergere di cattivi esempi. Con un cerottino che inietterà i quantum dots sarete interconnessi con la rete e tramite l’#entaglement sarete telecomandati da un altro luogo, in cui è stata conservata copia dell’elettrone intrecciato al vostro su cui si farà ciò che si vuole fare con voi”.

Insomma, proprio come se fossimo degli elettrodomestici.

La sua polemica è continuata su Facebook. Qui, la Benevento ha scritto:

“Si può curare una persona o farla ammalare o sedarla, in caso di rivoltosi, ed addirittura ucciderla da remoto procurandogli un infarto o simili. Sono miliardi di milioni di soldi per le case farmaceutiche e vuoi mettere il potere totale sulle masse addormentate tramite campi elettromagnetici ed impulsi? Per arrivare a questo sono disposti a tutto”.

Medici complici della situazione?

Per rincarare la dose, Francesca Benevento, avrebbe pubblicato anche un post contro i medici.

A tal proposito, ha detto:

“Cosa vogliono dimostrare i medici? Pur sapendo che per un vaccino occorrono 5 anni, pur non conoscendo il contenuto del veleno (che sarà noto forse fra 2 anni), pur sapendo che le case farmaceutiche sono coperte da immunità per qualsiasi danno biologico si sottopongono a ciò che gli viene richiesto dai governanti corrotti o meglio da un Bill Gates che ci vuole tutti morti e i rimanenti controllati da remoto? Forse la loro vita e la loro salute valgono così poco quanto il loro stipendio?”.  Che ne pensate della sua polemica?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.